• images/FOTO_HOME/01.jpg
  • images/FOTO_HOME/02.jpg
  • images/FOTO_HOME/03.jpg
  • images/FOTO_HOME/04.jpg
  • images/FOTO_HOME/05.jpg
  • images/FOTO_HOME/06.jpg
  • images/FOTO_HOME/07.jpg
  • images/FOTO_HOME/08.jpg

13 anni fa, esattamente il 31 marzo 2007, veniva benedetta la Statua in bronzo di San Francesco d’Assisi, posta all’esterno dell’omonina Chiesa.

Riteniamo utile ricordare questo evento ripubblicando un articolo scritto a suo tempo con autorevolezza dalla nostra compaesana Sig.ra Cristina Funaro e un nota illustrativa di questo Staff.

 

Benvenuto tra noi Frate Francesco

 Il progetto di arricchire Nocera con la statua di un santo era partito quando ancora erano parroci don Latelli e don Masi; con l’avvento di don Tommaso Boca ha preso corpo l’idea che il santo dovesse essere S.Francesco d’Assisi e che andasse collocato nello spazio verde di fianco all’omonima chiesa. Per venti giorni, da quando cioè la statua è stata posta sul basamento con tutto l’imballaggio, siamo stati preda della medesima curiosità che si ha nell’osservare un ventre prossimo al parto. E come per un nascituro si prepara il corredino, intorno a quell’informe involucro di cellophane andava prendendo forma un grazioso giardinetto che, a poco, a poco, si è arricchito di piante e fiori. La sera del 31 marzo  la comunità nocerese e la statua del “poverello d’Assisi” hanno potuto fare reciproca conoscenza. Quelle che da sotto l’imballaggio parevano pale senza funzione, si sono rivelate delle braccia aperte per accogliere, benedire, abbracciare i noceresi di oggi e  delle generazioni future, non a caso si è voluto che la statua fosse in bronzo. Un volo di palloncini bianchi e di cinque tortorelle hanno aumentato l’emozione quando il Sindaco ha slegato il telo che ci ha svelato, finalmente,  le fattezze del fraticello. Poco prima padre Bruno Macrì nell’omelia aveva parlato dell’amore di Francesco verso Dio e tutte le sue creature, concetto ricordato pure con una semplice frase incisa nel “TAU” sul basamento; egli si sentiva fratello di tutti ed i noceresi  hanno accolto il suo simulacro in un momento di genuina fraternità: per una sera le antipatie, le discordie e i dissapori non hanno fatto testo. Abbiamo partecipato insieme alla funzione, per poi banchettare alla stessa, grande tavola. La scritta rossa “Pax” posta nel piccolo corridoio in pietra che arriva fin sotto la statua, sia d’auspicio, ricordando le parole del sindaco Ferlaino, non solo alla pace del cuore, ma pure ad una pace sociale di cui Nocera necessita, soprattutto in questo momento.

Francesco starà lì per sempre, ascolterà i rosari delle vecchiette, gli schiamazzi dei bimbi e i discorsi delle loro madri e di certo la sua figura così sapientemente plasmata, infonderà, in chi s’incanterà a guardarla, la semplicità,  così sottovalutata ai giorni nostri, eppure tanto  necessaria per affrontare sapientemente la vita.

          

                                                                                 Cristina Funaro

                                                                                  01 aprile 2007

 

Statua in bronzo di San Francesco d’Assisi.

Fra qualche settimana Nocera accrescerà il proprio patrimonio artistico con una statua in bronzo raffigurante San Francesco d’Assisi, che sarà collocata nell’area adiacente l’omonima Chiesa in un apposito spazio predisposto dall’Amministrazione Comunale, che ne curerà anche la posa in opera.

La statua è in fase di realizzazione da parte dell’Artista Giuseppe Arena presso la propria Fonderia Artistica in Afragola (NA), con un procedimento artistico di primo ordine, (fusione di Benvenuto Cellini, ossia a cera persa - sul sito www.fonderiartisticarena.it  è possibile vedere le immagini delle varie fasi della lavorazione).  Avrà un’altezza di mt. 1,80 e verrà posta su un basamento in pietra e cemento; sarà debitamente illuminata dal basso e contornata di piante di palma.

Ciò sarà  reso possibile grazie all’iniziativa di un gruppo di devoti noceresi che, costituitisi in comitato, stanno da tempo raccogliendo i fondi necessari per la realizzazione dell’opera e grazie ad un cospicuo  contributo economico che sarà elargito dall’Amministrazione Comunale di Nocera Terinese,  unitamente ad altro contributo del nostro Sacerdote Don Tommaso Boca.

Per l’arrivo e la posa della Statua sono previste iniziative di carattere religioso e civile, in onore del grande Santo Patrono d’Italia.San Francesco

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione